it
it

Iniziative Accademiche della IWG in Cina

La IWG ha siglato un accordo con il prestigioso ateneo PEKING UNIVERSITY in Beijing; in particolare con la Facoltà di Relazioni internazionali dell’Istituto per gli Studi Internazionali dell’Università di Pechino nel quale il Professor G.E. Valori, sin dal 2002, riveste il duplice incarico di Associate Dean e docente di Relazioni Internazionali.

L’Università di Pechino (Běijīng Dàxué北京大學T, 北京大学S), comunemente conosciuta in cinese come Beida (北大), venne fondata con il nome di Università Imperiale della capitale nel  1898 in sostituzione dell’antica Guozijjàn  国子监. È la più ‘importante e moderna Università di ricerca della Cina.   Nel corso di tutta la sua storia, l’università di Pechino si è distinta dagli altri atenei cinesi, in termini di libertà intellettuale e ha prodotto e ospitato molti dei migliori pensatori moderni della Cina.     L’Università, con oltre 30.000 studenti, si compone di 30 scuole e 12 dipartimenti, con 93 corsi di laurea, 2 per il Bachelor, 199 di Laurea Magistrale, e 173 di dottorato.  L’Università ha 216 istituti e centri di ricerca, di cui 2 centri di ricerca nazionali di ingegneria.    Con 4,5 milioni di titoli, la biblioteca universitaria è la più grande del suo genere in Asia.

L’iniziativa in ambito accademico del Professor G.E VALORI è  concomitante all’importante attività imprenditoriale che la IWG ha instaurato, siglando accordi con il Ministero delle risorse Naturali e della cooperazione Internazionale nel settore della produzione di Energie Rinnovabili, dell’Efficienza Energetica e della Razionalizzazione nello smaltimento e Riciclo dei Rifiuti  come pure della gestione del ciclo di contaminazione delle Acque; ricorrendo alle più recenti tecnologie diffuse in Europa a cura di primarie aziende di settore, Partners della IWG.

Il programma di cooperazione prevede l’apertura di un “Desk Cina” di sostegno allo sviluppo tra le parti di una apposita collaborazione scientifica per lo svolgimento di ampi programmi di ricerca e/o di supporto alla didattica, che coinvolgano l’intero l’Ateneo.

Inoltre l’iniziativa prevede la pubblicazione di articoli, pensieri, iniziative nella e-magazine dell’Università con lo scopo di creare un libero confronto e forum di discussione.